sabato 14 giugno 2014

L'importanza di stabilire per tempo la data di una festa di compleanno


Come ho specificato nel mio precedente post, la data di una festa di compleanno andrebbe decisa almeno un mese prima.

Sembra un argomento banale, ma non sempre si riesce a trovare una data “perfetta” per la festa  che abbiamo in mente.

Per me rappresenta uno dei problemi principali e devo pensarci con molto anticipo. Cucciolotto è infatti nato ai primi di febbraio e spesso coincidono con l'inizio del periodo di Carnevale. Inoltre, per motivi sia di lavoro sia organizzativi, siamo quasi sempre obbligati a scegliere un sabato o una domenica. Infine, abitando in un piccolo appartamento ed essendo in pieno inverno, dobbiamo optare per l’affitto di una sala. 


Solitamente, fino ad oggi, abbiamo sempre festeggiato insieme al figlio di un’amica che ha un anno in più di Cucciolotto e li compie circa 10 giorni prima. Immaginate quindi dover trovare una data che non sia troppo distante da uno dei due compleanni: non abbiamo molte scelte. Se non ci muoviamo per tempo, troviamo tutto prenotato e dopo diventa difficile, se proprio non vogliamo rinunciare, non superare di molto il budget stabilito.

Perciò, come vedete, ci sono occasioni in cui stabilire una data è, non solo prioritario, ma fondamentale!


Ma esiste una data perfetta? Ovviamente se si riuscissero a conciliare le varie esigenze proprio il giorno del compleanno del bambino sarebbe l’ideale.


Se così non fosse, a mio avviso bisogna tenere presenti almeno i seguenti punti:
  • Non posticipare la data di più di 20 giorni. Come può un bambino aspettare tanto? E il vero giorno del suo compleanno come lo si festeggia? Quanti regali dargli prima? I problemi andrebbero a moltiplicarsi! Anticipare la data invece, secondo me, è un po' diverso, perché il bambino avrebbe comunque l’attesa di due eventi invece di uno, anche se anticipare troppo porta comunque via qualcosa alla magia della festa.
  • Organizzarsi in modo che almeno gli amichetti più importanti siano presenti.
Se poi il giorno del compleanno cade in un periodo di festività o proprio in un giorno come Natale o Capodanno, penso sia ancora più indispensabile pianificare tutto prima.

Alcune strutture che organizzano feste di compleanno, chiedono di pensare anche a una data alternativa nel caso non si riesca a fare la festa in quella prescelta e addirittura di segnalarla agli invitati inserendola negli inviti. Devo dire che non ci avevo mai pensato e ancora non mi è chiaro se può semplificare l’organizzazione o complicarla, ma potrebbe essere una soluzione da considerare nel caso si organizzi una festa all’aperto. 

E voi di cosa tenete conto nella scelta della data per la festa di compleanno dei vostri bambini?

- Aggiornato al 31 gennaio 2016 -

2 commenti:

  1. Quest'anno ho posticipato le feste di compleanno dei miei bambini entrambe qualche giorno dopo, sinceramente mi sono pentita anche perché il più grande che ha 4 anni, ha continuato a domandarsi perché festeggiavamo un giorno che non fosse quello del suo compleanno, che poi e' passato piuttosto inosservato....bhe non succederà più, dalle mie parti si dice " la festa e' bella il giorno del santo" ed io aggiungo " chi c'è, c'e"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sul "chi c'è c'è" sono d'accordo con te, però non sempre è facile organizzare una festa proprio il giorno del compleanno. Io non sono mai riuscita a organizzarla il giorno esatto del compleanno di mio figlio, ma ho sempre ovviato portando quel giorno una torta all'asilo così poteva comunque festeggiarlo!

      Elimina