giovedì 21 agosto 2014

Riflessione su maghi e animatori alle feste per bambini

                                       
Intrattenimento feste con mago
Agli ultimi compleanni degli amichetti di Cucciolotto a cui abbiamo partecipato (e parteciperemo anche nel mese di settembre), è sempre stato chiamato un mago a intrattenere i piccoli invitati. Ora, almeno qui da noi, sembra andare molto di moda, anche per feste organizzate all'aperto. 

All'inizio, come mamma appassionata di feste di compleanno e alla ricerca di idee, ero molto curiosa di vedere come questi maghi potessero intrattenere dei bambini di 4/5 anni. 



Devo dire che, nonostante lo scetticismo (o forse proprio per questo!), la prima esperienza è stata molto positiva: il mago era un ragazzo giovane ma è stato in grado di intrattenere una decina di bambini per più di due ore tenendo quasi sempre vivo il loro interesse. Li ha coinvolti con giochi di magia, sapendo interagire con loro e mantenere e stuzzicare la loro curiosità. Poi ha fatto le sculture di palloncini e la baby dance (a cui abbiamo partecipato anche noi mamme!). Il tutto in un parco giochi, per cui i bambini potevano benissimo distrarsi. Così invece non è stato e tanto di cappello al mago. Che però, anche se meritatamente, si è fatto pagare molto! 

Altri maghi ad altre feste non sono stati così brillanti, ma nel complesso hanno saputo coinvolgere quasi sempre i bambini. Anche se mi sono accorta che Cucciolotto, dopo la prima volta in cui era affascinato anche lui, le altre era meno interessato o non ha seguito per nulla lo spettacolo! 

Però c'è un aspetto che mi infastidisce un po'. Ed è quel momento in cui il mago vuole far partecipare i bambini, in particolare il/la festeggiato/a. A volte richiede solo un aiutante per fare una magia, ma altre coinvolge i bambini in qualche sketch in cui, per far ridere tutti, li prende un po' in giro. Secondo me questo momento non è adatto quando i bambini hanno 3/5 anni. Spesso mi è sembrato che si sentissero a disagio, che si vergognassero perché magari la burla durava troppo. Forse bimbi così piccoli non sanno difendersi dal disagio di essere presi in giro. Forse non sempre capiscono lo scherzo.

Secondo la mia esperienza fino a 5/6 anni i bambini sono in grado di giocare per qualche ora tra loro anche senza un intrattenimento organizzato, ma lasciando libera la loro fantasia. Ai compleanni di Cucciolotto finora abbiamo sempre fatto così. E' vero che forse siamo avvantaggiati perché Cucciolotto compie gli anni nel periodo di Carnevale e quindi bastano maschere, stelle filanti e travestimenti per far divertire tutti.

Dopo una certa età invece diventa forse quasi obbligatorio cercare un modo per intrattenerli e ai bambini può piacere veramente.

Qualunque sia l'intrattenimento che preferite, a mio avviso bisogna pensarci almeno un mese prima della data della festa, per prenotare nel caso vi affidiate a professionisti, o per fare una scaletta dei giochi che volete proporre se invece preferite fare da soli. Nel caso optiate per il gioco libero, avrete qualcosa in meno da organizzare!

Ma informatevi bene! A volte chi fa animazione per le feste dei bambini non sempre ha una grande esperienza e può capitare di non trovarsi bene. 

A me è capitato alla prima festa che ho organizzato per Cucciolotto, per i suoi 2 anni. Non ricordo più quanti bambini di 2/3 anni dovessimo intrattenere, sicuramente almeno una decina e ci siamo affidati a un gruppo di animatori. Venne una ragazza molto giovane che tirò fuori fogli, pennarelli e matite per truccare i bambini. Tutto qui. Davvero! 
Quando abbiamo visto che nessun bambino la considerava dopo i primi minuti di curiosità, siamo andate a chiederle spiegazioni e lei ci ha risposto che non sapeva come intrattenere bambini così piccoli! Per fortuna io e la mamma con cui avevo condiviso la festa ci eravamo organizzate per tempo allestendo un angolo con giochi portati da casa! Ma ci aspettavamo altro, almeno qualche intrattenimento con la musica. Invece niente! Ed eravamo state molto chiare da subito sull'età dei bambini che sarebbero stati presenti!

Perciò, vi consiglio di informarvi molto bene su chi ingaggiate e magari anche sulla  lista indicativa dei giochi che proporrà ai bambini. Tanto per essere sicuri di non buttare i vostri soldi!




2 commenti:

  1. Non sono molto da intrattenimenti alle feste per bambini. nella mia esperienza di bimba, era bello giocare e stare insieme e basta, al più musica, il gioco delle sedie, tanti palloncini o giochi soliti all'aria aperta.
    Il nano per ora e' piccolo, quindi non abbiamo ancora avuto modo di partecipare a feste con animazione, tranne una pensata per bimbi più grandi, con un mago.
    E' piaciuto ma giusto per un quarto d'ora, malgrado fosse bravissimo!

    RispondiElimina
  2. Scusami per aver pubblicato il tuo commento con tanto ritardo, ma sono stata via da casa a fare cure termali e non potevo accedere al Blog. Ora sono tornata! Anche io credo che fintanto che sono piccoli, l'animazione spesso non sia veramente necessaria. I bambini sanno benissimo intrattenersi tra loro, soprattutto se sono all'aperto. Ma anche al chiuso basta poco per non farli annoiare. E spesso si sentono molto più a loro agio!
    Grazie per aver commentato e scusa ancora per il ritardo!

    RispondiElimina