sabato 22 novembre 2014

Amore e odio per i gonfiabili




Questo post nasce da una riflessione che mi ha ispirato il post di Serena "I mostri dei gonfiabili". Sono assolutamente d'accordo con tutto quello che dice e anche con il piglio determinato con cui lo dice!


Premetto subito che mio figlio adora andare sui gonfiabili, e più sono alti meglio è! Dopo i primi tempi in cui era impaurito dall'altezza di quelli con gli scivoli e dalla presenza di altri bambini, ora se ne vede uno ci passa una mezza giornata!

Detto questo però, sia io che lui preferiamo i gonfiabili allestiti all'aperto nella bella stagione, perché ad entrambi non piace troppo la confusione ed il rumore che si creano negli ambienti chiusi.


Anche perché spesso quelli all'aperto sono allestiti all'interno di feste di paese, ed essendoci tanti altri svaghi è meno probabile (ma non impossibile!) che i bambini stazionino sui gonfiabili per tempi lunghi perché poi distratti da altro o portati via dai genitori. Quando invece sono all'interno di una ludoteca, spesso i bambini ci passano ore. 

Ora che inizia la stagione fredda e la maggior parte dei gonfiabili sono al chiuso, cerco sempre di declinare con cortesia gli inviti a passare un pomeriggio in ludoteca. So che Richi dopo poco sarebbe infastidito e un divertimento diventerebbe, sia per lui che per me, un momento di stress.

Questa estate, durante le nostre vacanze in Sicilia, siamo stati invitati ad una festa di compleanno per la quale era stato preso a noleggio un piccolo scivolo gonfiabile. I bambini non potevano salire più di 2 alla volta e c'era una ragazza che "regolava il traffico" e permetteva di salire anche ai bambini più piccoli.

Nonostante ciò, un bimbo di qualche anno più grande, saliva sempre passando davanti a tutti e non ascoltando assolutamente i divieti o le regole che la ragazza cercava di imporgli. Dopo un primo momento (durato parecchi minuti in realtà) di sguardi benevoli e indulgenti che io ed alcune mamme abbiamo scambiato con la ragazza, abbiamo iniziato ad irritarci e a cercare i genitori di questo bambino. Ma nessuno è venuto a rimproverarlo per la sua prepotenza o almeno a riprenderlo. E per fortuna che era uno solo! Comunque la sua prepotenza ha fatto sì che Richi, dopo avere provato più volte a salire anche lui senza esserci riuscito, si sia indispettito e abbia passato il resto della festa a fare i capricci e a starmi attaccato.

Io sto cercando di insegnargli cosa può o non può fare per la sicurezza sua e degli altri bambini. E gli ho insegnato anche a stare lontano da quei bambini che invece non hanno regole. Se si comporta male lo sgrido subito o lo porto via.

Solo una volta mi è capitato che una signora proprietaria del gonfiabile "regolasse" i bambini con determinazione e fosse ascoltata da tutti, imponendo le regole e riprendendo con fermezza chi non le rispettava. Anche davanti ai genitori e senza alcun problema. Brava! Dovrebbero essercene di più così!

Voi li avete mai noleggiati per una festa?Come vi siete trovati?

- Post aggiornato al 18 luglio 2016 -


2 commenti:

  1. No, anche se abbiamo già partecipato a tre compleanni in ludoteche di gonfiabili. A me infastidisce molto la musica ad alto volume che di solito ci mettono e non mi sembrano neppure sicuri, come giochi. Al nano, a parte la confusione, ora non dispiace, mentre fino ad un anno fa proprio non voleva saperne. In più, spesso si tratta di posti non troppo puliti.
    In compenso, mi rendo conto che vivendo in una regione del Nord, con un inverno molto lungo, quando i bimbi sono piccoli (e quindi i compleanni si svolgono il pomeriggio dopo il sonneliino, verso le quattro e trenta), la festa in casa richiede spazi che non tutti hanno a disposizione e fuori è già buio (oltre che fresco). Quindi le mamme non hanno altre opzioni che il salone dei gonfiabili. Per questo, se so che è così, tollero e accetto comunque l'invito per il nano. Se non si tratta di un compleanno, invece, evito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il commento! Anche io infatti, se si tratta di una festa di compleanno a cui siamo stati invitati, accetto, ma spesso Cucciolotto si diverte i primi minuti e poi, quando inizia ad esserci confusione sia di musica sia di bambini, si innervosisce e inizia a dire che vuole andare a casa. Quindi anche noi se possiamo, in inverno, evitiamo di andarci. Comunque di altri spazi dove organizzare feste ce ne sono anche in inverno, senza per forza optare per una ludoteca. Ma anche io mi rendo conto che non tutti hanno il tempo o la voglia di organizzare altro e spesso le sale con i gonfiabili sono comode perché è tutto compreso.

      Elimina