giovedì 5 marzo 2015

Feste per bambini senza animazione: si può sopravvivere?


Premetto subito che personalmente non ho nulla in contrario all'affidarsi a professionisti per intrattenere i bambini alle feste di compleanno

Semplicemente, secondo quella che è la mia esperienza fino ad oggi, penso che quando i bambini sono piccoli (nido e materna, ma forse anche i primi anni di scuola) basta veramente poco e un minimo di organizzazione per lasciare che sia la loro voglia di stare insieme e la loro fantasia a intrattenerli. 



Ovviamente parlo di quelle feste che vengono organizzate in locali in affitto o all'aperto. Per quelle in casa il discorso è un po' diverso e dipende anche dallo spazio a disposizione.

In questo post avevo già parlato di cosa penso in proposito. Torno a parlarne perché oggi la mia idea non è cambiata di molto.  Magari la mia esperienza può servire a qualcuno di voi che è indeciso su cosa fare.

Come sa chi di voi mi segue, quest'anno la festa per il compleanno di Cucciolotto l'abbiamo organizzata unendo i compleanni di tre bimbi: Cucciolotto più due altri suoi amichetti (sono ancora alla ricerca delle foto per poter pubblicare un post in cui vi presento l'allestimento della festa, prima o poi ci riuscirò!!!). 

Si è così deciso di invitare l'intera sezione della materna e poi ognuno ha portato anche i propri invitati personali. Alla fine i bambini che sarebbero stati presenti erano più di 40, tutti più o meno della stessa età. 
Devo ammettere che io ero un po' spaventata, anche perché avevamo deciso di non chiamare nessuno per l'intrattenimento. Ma tenere al chiuso in una sala che una volta riempita non aveva molto spazio per il movimento, così tanti bambini era una bella sfida. Fino all'ultimo abbiamo sperato che il tempo ci aiutasse e che potessimo usufruire del parco giochi adiacente. Ovviamente la giornata è stata freddissima e bruttissima e quindi siamo state costrette a tenere tutti i bambini dentro. 

Ma alla fine è andato tutto benissimo! 

Abbiamo detto ad ogni bambino che, se lo desiderava, poteva venire travestito visto che eravamo alle porte del Carnevale (la festa si è tenuta il 7 febbraio). Già questo ha permesso ai bambini di giocare tra loro senza bisogno di alcun intervento esterno. Poi abbiamo allestito alcuni tavoli con colori, cartoncini colorati, colle, brillantini, fogli da disegnare e colorare, ecc. Abbiamo preparato prima alcune maschere, tagliando le sagome sui cartoncini e permettendo ai bambini che lo volevano di decorarle a loro piacimento per personalizzarle. Per chi invece non ne avesse avuto voglia, avevamo preparato delle mascherine già pronte all'uso. Inoltre, in un angolo della sala, sono state posizionate due piccole tende da campeggio (Ikea). 

Vi assicuro che non c'è stato bisogno di organizzare altro, anche se avevamo "nel cassetto" alcune proposte di giochi da fare in caso di bisogno. Ma a parte intervenire ogni tanto per richiamare all'ordine qualche bambino più vivace, per il resto la festa è passata in un lampo e alla fine anche i bimbi più timidi si sono lasciati andare e si sono divertiti. E noi abbiamo risparmiato parecchio!

Voi cosa ne pensate? 

Immagine dal sito http://www.morguefile.com/



2 commenti:

  1. Ti dirò la verità, noi fino alla materna non abbiamo mai ingaggiato animatori per le feste dei piccoli e abbiamo sempre organizzato attività a tema con la festa: creazione di alieni con sagome e cartoncini, disegni e quant'altro, ma a partire dalla prima elementare, ho preferito l'animatrice, così mentre i bambini giocano, io posso dedicarmi a chiacchierare con i genitori ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì forse alle elementari i bambini hanno bisogno di qualcosa di più per essere intrattenuti. Io ho ancora un anno di tempo ;) Grazie per aver lasciato la tua esperienza!

      Elimina